Daniela Pietrogiacomi

ricercatore
Biografia
Luglio 1996: laurea in Chimica (110/110 e Lode). Febbraio 2000: Dottore di Ricerca in Scienze Chimiche. Maggio 2000 - Febbraio 2007: assegnista di ricerca presso il Dipartimento di Chimica dell Università di Roma La Sapienza . Dal 1 Marzo 2007: Ricercatore Universitario della Facoltà di Scienze MFN dell Università La Sapienza ; svolge attività di ricerca e didattica nel settore scient.-disc. della Chimica Generale ed Inorganica. Interessi scientifici: chimica delle superfici di materiali ossidici utilizzati in processi di catalisi eterogenea di interesse per l'ambiente (abbattimento di NOx e N2O) o per la la produzione di energia (ottenimento di idrogeno e syngas da metano). Competenze: preparazione di catalizzatori ossidici, caratterizzazione mediante tecniche chimico-fisiche e studio dell attività catalitica in sistemi in flusso. Particolare competenza è stata maturata nell utilizzo della spettroscopia FTIR in situ con molecole spia (CO, NO, CO2, NH3, piridina, nitrili) per caratterizzare le proprietà (acido-base di Bronsted e di Lewis, redox, coordinazione, ecc.) dei siti di superficie o in condizioni "operando", per seguire la formazione degli intermedi di reazione. Co-autrice di articoli su riviste internazionali e comunicazioni a congressi nazionali ed internazionali. Referee per diverse riviste internazionali. Collabora con università italiane (Roma3, Milano, Cagliari) e straniere (Manchester e Praga).
Ricerca
Area: 
Chimica Inorganica
Ricerca: 
The scientific interest concerns heterogeneous catalysis aspects related to sustainable chemistry: (i) catalytic abatement of atmospheric pollutants, NOx and N2O, using transition metal ions exchanged in zeolites or supported on oxides; (ii) syngas production from partial oxidation of methane or dry reforming of methane with CO2 using supported metal catalysts. The activity is focused on the catalysts characterisation and on the study of catalytic behaviour. The goal is to clarify how the structural properties and the interaction mechanisms between gaseous phase and solid surface affect catalytic activity and selectivity. With this aim, different techniques devoted to bulk and surface characterisation are combined (XRD, volumetric adsorption and redox cicle, in situ DRS UV-Vis and FTIR spectroscopies). In particular, the in situ FTIR spectroscopy is applied with probe molecules (CO, NO, pyridine, NH3, nitriles, N2O) to determine chemical properties of surface sites. Additionally, the Operando-FTIR apparatus and metodology, enabling contemporary spectra collection and GC analysis under reaction, have been developed to characterise surface intermediates formed under reaction.
Didattica

© Università degli Studi di Roma "La Sapienza" - Piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma