Chiamate dirette

Cosa è

Il programma di chiamate dirette del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca (MIUR) italiano offre opportunità di finanziare posizioni accademiche a tempo indeterminato a scienziati e studiosi che hanno lavorato all'estero per almeno tre anni in una posizione equivalente a quella per la quale fanno domanda. Il programma si applica anche ai beneficiari delle sovvenzioni del Consiglio europeo della ricerca (CER).

Il Dipartimento di Chimica attualmente accetta richieste per le posizioni di Ricercatore, Associato e Professore ordinario con esperienza in uno o più dei seguenti settori delle scienze chimiche:

  • chimica fisica
  • chimica organica
  • chimica analitica
  • chimica industriale
  • chimica inorganica

Il Dipartimento ha molti gruppi di ricerca che lavorano su una vasta gamma di aree di ricerca ed è disposto ad accettare la presentazione di domande in questi campi o in altri settori che non fanno già parte delle nostre attività di ricerca.

Le posizioni saranno assegnate attraverso la procedura di chiamata diretta sopra menzionata.

Il Dipartimento è alla ricerca di scienziati affermati e motivati, che conducono ricerca di alto impatto e che abbiano una forte leadership; che siano disposti a contribuire attivamente al programma accademico, all'insegnamento, alla governance del dipartimento; che guidino efficacemente il proprio gruppo di ricerca e che partecipino alle domande di sovvenzione su larga scala.

Chi può presentare domanda

Il MIUR ha stabilito che possono beneficiare di una chiamata diretta i seguenti profili professionali:

  • studiosi che hanno lavorato all'estero per un incarico a tempo indeterminato di ricerca o di insegnamento in un'università o istituto di ricerca straniero (art. 1 c.9 L. n. 230/2005) da almeno tre anni e che ricoprono una posizione accademica equivalente a quella a cui si applica con questo invito diretto (si veda la tabella di equivalenza delle posizioni)
  • studiosi che abbiano già svolto attività di insegnamento o di ricerca nelle università italiane per almeno tre anni su una base di chiamata diretta autorizzata dal MIUR (art. 1 c.9 L. 230/2005);
  • vincitori, come PI, di sovvenzioni del CER della durata di almeno tre anni e che non sono state completate per più di tre anni (art. 29 c. 7 L. n. 240/2010, art. 7, c. 2, DM n. 635/2016).

Come partecipare

Le candidature devono essere inviate all'indirizzo di posta elettronica wellchem.chimica@uniroma1.it. I candidati sono invitati a presentare un breve curriculum vitae, un elenco di pubblicazioni e una dichiarazione di ricerca.

I candidati sono invitati a presentare domanda entro il 12 maggio 2021.

Le domande saranno esaminate da un comitato di selezione interdisciplinare e seguiranno la procedura ufficiale stabilita per le Chiamate dirette. Il processo di reclutamento prevede diverse fasi di approvazione e richiede l'approvazione del MIUR. Il Rettore conferma la nomina con Decreto e fissa la relativa classe di retribuzione in base all'anzianità di servizio e al merito (art. 1, c. 9, L. n. 230/2005). La conclusione della procedura e la presa di srvizio dovrebbe avvenire entro novembre 2021.

Il Dipartimento di Chimica si impegna a mantenere l'equilibrio di genere del proprio personale e accoglie in particolare le richieste delle scienziate.

Per i vincitori della selezione che hanno ricoperto incarichi accademici all'estero vi sono alcuni benefici fiscali, come ad esempio uno sgravio fiscale sul 90% della retribuzione che può essere concesso per una durata fino a sei anni. Per informazioni più dettagliate sui vantaggi fiscali, consultare l'art. 5 del Testo coordinato del Decreto-legge 30 aprile 2019, n. 34.

Riferimenti legislativi

Per maggiori informazioni riguardo ai riferimenti legislativi si consultino le pagine nella sezione Approfondimenti e i documenti che seguono: 

https://www.uniroma1.it/sites/default/files/Informazioni_Chiamate_dirett...

http://attiministeriali.miur.it/media/303091/allegato_dm_662.pdf

http://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2017/08/22/17A05793/sg

L. 230/2005

https://www.uniroma1.it/sites/default/files/Art_1_comma_9_Legge_230-2005...

http://www.camera.it/parlam/leggi/05230l.htm

L. n. 240/2010

http://www.camera.it/parlam/leggi/10240l.htm

 D.M. n. 635/2016

http://attiministeriali.miur.it/anno-2016

 L. n. 58/2019

https://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2019/06/29/19A04303/sg

Ultime notizie

© Università degli Studi di Roma "La Sapienza" - Piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma