Anita Scipioni

professore associato
Biografia
La dott.ssa Scipioni si è laureata con lode in Chimica all'Università La Sapienza di Roma. Nel periodo Ottobre 1983 e Marzo 1984 ha ottenuto un contratto da parte dell’ENEA, svolto presso i Laboratori della Casaccia (Roma), per ricerche relative al Ritrattamento del combustibile nucleare. Nel periodo Aprile-Ottobre 1984 ha ottenuto un contratto da parte dell’Istituto Superiore di Sanità per ricerche relative al Monitoraggio di metalli pesanti in fluidi biologici mediante Assorbimento Atomico. Nel periodo 1985-1988 ha frequentato il corso di Dottorato in Scienze Chimiche all'Università di Roma La Sapienza e nel 1989 ha conseguito il titolo di dottore di ricerca in Scienze Chimiche. Nel periodo 01/07/1995-31/08/2015 è stata ricercatrice presso il dipartimento di Chimica dell'Università La Sapienza di Roma per il SSD CHIM/02. Dal 1/09/2016 è professore associato presso il dipartimento di Chimica dell'Università La Sapienza di Roma per il SSD CHIM/02. Dall’AA 2000/2001 fino all’attuale ha tenuto gli insegnamenti di Chimica Fisica (Scienze Biologiche), di Chimica Fisica e di Laboratorio di Chimica Fisica (tr, Chimica Industriale) e di Chimica Fisica dei Sistemi Biologici (L. Spec Chimica Industriale). Attualmente tiene il corso di Chimica Fisica I con Laboratorio per il corso di laurea triennale in Chimica Industriale e di Chimica Fisica IV per la laurea magistrale in Chimica. La sua attività scientifica, che si è concretizzata in più di 60 lavori su riviste internazionali, è stata prevalentemente rivolta allo sviluppo di modelli teorici di previsione delle proprietà meccaniche di DNA e dei suoi complessi di associazione con proteine, in particolare i nucleosomi. Negli ultimi anni, i suoi interessi si sono rivolti verso lo sviluppo di sistemi ibridi a base peptidica, peptide-polimero e lipopeptidi, per applicazioni nel campo del drug delivery.
Ricerca
Area: 
Chimica fisica
L’attività scientifica della Prof.ssa Scipioni, che si è concretizzata in più di 60 pubblicazioni su riviste internazionali, si inserisce nell’ambito dello studio di macromolecole di interesse biologico affrontato con metodologie chimico-fisiche originali e può essere suddivisa nelle seguenti aree tipicamente interdisciplinari e tra loro correlate: 1. Analisi di modelli superstrutturali di DNA in relazione alle sue proprietà chimico fisiche dipendenti dalla sequenza ed alla stabilità termodinamica di complessi di associazione con proteine; 2. Curvatura e flessibilità del DNA in funzione della sequenza ottenute mediante l'analisi meccanico-statistica delle immagini di microscopia a forza atomica; 3. Struttura e proprietà chimico-fisiche di peptidi e di coniugati ibridi a base peptidica (peptide-polimero e lipopetidi) con proprietà di self-assembly per applicazioni nel campo del drug delivery.
Nello staff delle linee di ricerca:
Didattica
Ricevimento studenti: 
da lunedì a venerdì, 10-12 e 15-17