Olga Russina

ricercatore
Biografia
La dottoressa Olga Russina ha conseguito il Dottorato di Ricerca in Scienze Naturali (Dr. Rer. Nat.) presso l'Università Tecnica di Berlino nel 2004, con una tesi sul tema "Studio delle dinamiche di rilassamento nei pressi della transizione vetrosa mediante scattering di neutroni". Durante la sua carriera scientifica, ha lavorato in diversi centri di ricerca in Kazakhstan, Germania e Italia. Ha iniziato il suo lavoro presso l'Università Sapienza di Roma nel 2010 come Ricercatrice presso il laboratorio EDXD in collaborazione con il Prof. R. Caminiti. Dal febbraio 2017, ricopre una posizione RTD / B (Tenure Track) presso il Dipartimento di Chimica della stessa Università. Nel 2017/2018 la Dr. Russina tiene i corsi di Fisica Chimica III (con laboratorio) per LM in CI (con il Prof. R. Caminiti) e la Fisica Chimica IV per LM in C (con Prof. A. Scipioni). Il suo riferimento ResearchID è: G-9780-2012.
Ricerca
Area: 
Chimica fisica
La Dr. Olga Russina è un esperta di proprietà strutturali e dinamiche dei sistemi di materia soffice, con particolare attenzione ai liquidi ionici a temperatura ambiente (RTILs) e alle loro miscele binarie con composti molecolari. Il suo articolo "Nanoscale segregation in room temperature ionic liquids" apparsa nel J. Phys. Chem. B (2007) con più di 600 citazioni è un riferimento fondamentale per la comprensione dell'organizzazione strutturale mesoscopica nei liquidi ionici. La sua ricerca è basata principalmente sull'uso sinergico di tecniche di diffrazione sperimentale (raggi x / neutroni) e strumenti di calcolo. Sviluppa la sua ricerca usando sia risorse locali (diffrattometri EDXD e ADXD / Brucker D8), che strumentazione presso gli Large Scale Facilities (fonti di sincrotrone o neutroni). La dottoressa Olga Russina ha scritto > 40 articoli elencati su ISI Web of Science con più di 2600 citazioni (WoS, marzo 2017). Quattro delle sue pubblicazioni sono indicate come Highly Cited Papers su WoS. Ha pubblicato due Articoli di Prospettiva su invito nel Journal of Physical Chemistry Letters (2012 e 2017). Nel 2015 ha servito come Guest Editor per un numero speciale del J.Mol.Liq.
Pubblicazioni: