Mauro Majone

professore ordinario
Biografia
Mauro Majone, nato in Frosinone il 24/1/1955, - laureato con lode in Chimica Industriale nell’A.A. 1979/80 presso l’Università di Roma “La Sapienza”. - professore di I fascia di Impianti Chimici (ING-IND/25) presso il Dipartimento di Chimica della succitata Università. - attività di ricerca nello studio e sviluppo di processi ed impianti, chimici e biologici, per la produzione di energia e/o chemicals da risorse rinnovabili , per il trattamento di acque di scarico e rifiuti e per il risanamento di suoli e acque sotterranee contaminate. - autore di circa 140 pubblicazioni scientifiche su riviste internazionali con “peer review” e “impact factor (IF)”, 14 capitoli di libri internazionali, più di 150 tra comunicazioni a convegni ed altre pubblicazioni e 2 brevetti. Le pubblicazioni su rivista con IF hanno un indice complessivo di più di 300, con circa 3000 citazioni e un indice di Hirsch (HI) di 34 (Scopus, dicembre 2014). - responsabile e/o coordinatore di progetti di ricerca con il supporto di MIUR (PRIN e Progetti di Ricerca Industriale), Ministero dell’Ambiente, CNR-Protezione Civile, APAT (ora ISPRA), ISPESL (ora INAIL), Provincia di Milano, Regione Lombardia e varie imprese (Technip, Unilever, EDF Fenice, Metro C, ItalFerr). - responsabile di UR in 4 progetti europei del 7° Programma Quadro (ECOBIOCAP, MINOTAURUS, ROUTES, WATER4CROPS). - docente di Processi di Trattamento di Scarichi, Emissioni e Rifiuti (Laurea Magistrale in Chimica Industriale), Processi e Impianti Chimici Industriali II corso (Laurea Triennale in Chimica Industriale) e Processi biotecnologici per l’Energia e l’Ambiente (Laurea Magistrale Biotecnologie Industriali e Ambientali). - componente dei Collegi dei Docenti del Master di II livello in Caratterizzazione e Tecnologie di Bonifica dei Siti Contaminati e del Dottorato in Ingegneria Chimica e dei Processi. - consulente tecnico del Ministero dell’Ambiente (1999 ad oggi) . - per altre informazioni si veda il file allegato
Curriculum: 
Ricerca
Area: 
Chimica industriale
Studio e e sviluppo di processi biologici e chimico-fisici per recupero di risorse e/o energia dal trattamento di acque di scarico e rifiuti e per il risanamento di suoli e acque sotterranee contaminati. L’obiettivo di fondo della ricerca è di studiare e sviluppare tecnologie economiche, semplici ed efficaci (di trattamento, valorizzazione o risanamento), ponendo l'attenzione sia sugli aspetti fondamentali attraverso un rigoroso approccio scientifico sia verso la trasferibilità nelle applicazioni, ivi inclusi problemi di scaling up e specifici casi di studio. Numerosi progetti prevedono infatti ricerche in scala pilota, su campo e/o in piena scala, sempre con il supporto della sperimentazione in laboratorio. A tal fine, sono fondamentali i rapporti con gli “end users”, quali imprese private e amministrazioni pubbliche.Sul piano metodologico, caratteristica di base delle ricerche è l'applicazione dei principi e dei metodi dell’ingegneria chimica e della chimica industriale ma anche l'interazione con svariati altri ambiti disciplinari (biochimica, elettrochimica, chimica analitica, microbiologia, biologia molecolare, geologia ed idrogeologia).
Pubblicazioni: 
Didattica