Luca Leoni

dottorando in Scienze chimiche XXXI Ciclo (Scienze chimiche)
Biografia
Attualmente sta svolgendo il Dottorato di Ricerca in Scienze Chimiche presso La Sapienza Università di Roma. Nel 2015 vince un concorso da assegnista di ricerca nell'area di Chimica Organica presso il Dipartimento di Chimica La Spienza. Dal 01/01/2015 al 28/02/2015 si reca in Finlandia per continuare il suo progetto di tesi di laurea magistrale; una collaborazione fra l'Università di Jyväskylä (Finlandia) e questa Università. La sua attività di ricerca si colloca nell’ambito della Chimica Organica, e più in dettaglio in quello della Chimica Supramolecolare, con particolare attenzione all’approfondimento dei fattori che rendono possibile il riconoscimento molecolare di tipo “host-guest” basato su interazioni deboli di tipo non covalente. Nel 2014 si laurea con lode in Chimica Organica e Biomolecolare all'Università di Roma La Sapienza. Nel 2013 lavora all'Università come borsista, collaborando con il personale docente per lo svolgimento dei laboratori dei corsi di Chimica Organica. Ha conseguito una maturità classica e svolto varie attività di volontariato.
Ricerca
Area: 
Chimica organica
L'attività di ricerca si colloca nell’ambito della Chimica Organica, e più in dettaglio in quello della Chimica Supramolecolare, con particolare attenzione all’approfondimento dei fattori che rendono possibile il riconoscimento molecolare di tipo “host-guest” basato su interazioni deboli di tipo non covalente. Più in dettaglio la ricerca prevede lo sviluppo di recettori (complessi salofen uranile) atti al riconoscimento degli anioni. I complessi salofen metallo hanno proprietà che dipendono fortemente dal tipo di metallo e dalla sua geometria di coordinazione. La presenza di gruppi sostituenti sullo scheletro del ligando salofenico in grado di reagire con la specie legata al metallo come un anione, possono aumentare la selettività del riconoscimento con un effetto di tipo supramolecolare. L'obiettivo è quello di mettere in evidenza interazioni deboli secondarie sia nello stato solido che in soluzione. Publications: "Solution and Solid State Studies on Anion-π Interaction Enhanced Halide Binding with a Perfluorophenyl armed Uranyl Salophen Receptor", Chem. Eur. J. DOI: 10.1002/chem.201604313
Nello staff delle linee di ricerca: